SUN lab vivere la città

Qui di seguito i progetti selezionati ed esposti al SUN 2011

buona visione

Sunlab: # Circle design Alessandra Barbato

Circle è una panchina modulare, creata per vivere la strada in compagnia, chiacchierare e trascorrere il tempo comodamente seduti o sdraiati. Le linee, seppur semplici e geometriche, la rendono un oggetto d’arredo urbano davvero originale, versatile e piacevole alla vista. Con le sue diverse combinazioni può dare vita a diverse aree di sosta e relax, integrandosi perfettamente con l’ambiente naturale che lo circonda (può circondare il tronco di un albero, delimitare un percorso ciclabile, o semplicemente può ospitare al suo interno delle piante rampicanti). Dinamico e versatile, Circle, con le sue note cromatiche insolite, arreda le strade con allegria e un tocco di design enfatizzanzo e rispettando la natura e costruendo attorno ad essa un arredo memorabile e di stile.

Circle is a modular bench, created to live together, talk and spend time sitting comfortably or lying down. The lines, though simple and geometric, make it a work of urban design truly original, versatile and pleasing to the eye. With its combinations can give rise to different ways to sit and relaxing, blending seamlessly with the natural environment that surrounds it (can encircle the trunk of a tree, define a cycle path, or simply can contain inside of climbing plants ). Dynamic and versatile, Circle, with its unusual chromatic notes, decorate the streets with joy and a touch of design emphasizing and respecting the nature and building around it a memorable and stylish furniture.

Sunlab: # Wifi design Alberto Benedetti

Il prodotto è costituito essenzialmente da 2 materiali, i profili i metallo che fanno da scheletro e sostegno, e gli elementi plastici, estrusi in plastica riciclata(da questo il colore grigio,infatti sono mischiati i recuperi degli scarti di lavorazione che poi vengono rigenerati e resi di nuovo utilizzabili per l’estrusione).
lo stesso elemento, diciamo l’estruso, deriva da uno stampo già utilizzato per un altra applicazione, infatti ci fanno i sedili delle seggiovie (l’azienda con la quale ho collaborato sta in trentino,lavora nel settore plastico e fornisce appunto gli impianti di risalita).
non c’era tempo e soldi per fare uno stampo nuovo, quindi ,visto che andava bene abbiamo preferito usarne uno già consolidato e presente nel know how aziendale, limitando i costi al minimo e usando questo fattore,sommato alla plastica riciclata come fattore vincolante e cmpetitivo per abbattere i costi di produzione e azzerando gli sprechi di materiale.( il recupero del materiale viene fatto tutto interno all’azienda con gli scarti delle altre lavorazioni che hanno).

Sunlab: # SunnyBBQ design Sara Bergando

Ideale nelle giornate di bel tempo, Sunny BBQ è pensato per vivere appieno i parchi cittadini, per offrire una nuova occasione di incontro e cucinare all’aria aperta nel pieno rispetto dell’ambiente circostante. Barbeque a energia solare, è dotato di una applicazione web in grado di aiutare e orientare l’utilizzatore; ha dalla sua pragmatismo, sicurezza – evita infatti il rischio
di fiamme libere e fumi fastidiosi –, e funzionalità.

Ideal on warm days, Sunny BBQ is conceived for full exploitation of city parks, to provide a new opportunity to
meet and cook in the open in full respect of the surrounding environment. A solar energy barbecue, it is equipped with a web application that helps and
directs the user; its benefits include pragmatism, safety – in that it prevents the risk of free fire and disturbing smoke – and functionality.

Sunlab: # Urban Manhole design Califano Giuliana – Dario Babbini

Tombino indicatore per informazioni turistiche composto da otto spicchi separati, con possibilità di alternare
le indicazioni e cambiarle a seconda del luogo di posizionamento, per evitare in questo modo la costruzione di più tombini da posizionare in luoghi dierenti; vengono modificati in questo modo solamente gli spicchi e posizionati nella piastra sottostante a seconda della direzione.
Ogni spicchio possiede tre tipi di informazione a rilievo: un pittogramma, una scritta e una freccia direzionale.

Sunlab: # Trampolino design Ivo Caruso – Alessandro D’angeli

La famiglia di sedute TRAMPOLINO studia le caratteristiche estetiche dell’aggetto e della compenetrazione di solidi. Un pesante volume fa da base e sostiene dei piani di legno (disponibili in diverse lunghezze) che possono assumere diverse configurazioni
creando composizioni più o meno simmetriche. I volumi, anche se massivi
e pesanti, raggiungono così una versatilità d’impiego e una leggerezza visiva capaci di distinguere il progetto.
La collezione si compone di un modulo panchina, un modulo panchina con schienale, quattro vasi e un modulo panca+tavolo, che risulta essere una rilettura contemporanea del classico tavolo da pic-nic.

TRAMPOLINO modular collection is designed to appreciate the morphological features of the overhang volumes and of the summation of solids. A heavy volume acts as a base and supports the plans of wood (available in different lengths) that may have various configurations to create compositions more or less symmetrical.
The massive and heavy volumes achieve a versatility and a visual lightness able to characterize the project. The collection consists of a bench module, a bench with backrest module , four vases and a bench + table module, that is a contemporary reinterpretation of the traditional pic-nic table.

Sunlab: # Viralbox design Alice Cazzanti

ViralBoX è una soluzione leggera, ecosostenibile e polifunzionale costituita da matrici modulari di architetture e arredi outdoor. Ideale per rivitalizzare nell’immediato i contesti urbani abbandonati e degradati, il progetto si fonda sull’interazione tra moduli tecnologici
e di verde; nel complesso lo strumento è concepito come una “applicazione” basata sul concetto di inseminazione
virale dei vuoti urbani. Gli elementi architettonici e di verde diventano, forti della loro funzionalità e delle nuove connessioni che vengono a creare, semi di rigenerazione urbana e, al termine del loro utilizzo, possono essere facilmente rimossi.

ViralBoX is a light, eco-sustainable, multifunctional solution made up of modular frames for outdoor architectures and furnishing items. Ideal for prompt recovery of neglected and degraded urban contexts, the project is based on an interaction between technological and green modules; the tool is generally conceived as an “application” based on the concept of viral insemination of urban voids. Through their features and the newly created connections, the architectural and green elements become seeds for urban regeneration and can be easily removed when no longer needed.

Sunlab: # Pittura Fresca design Gianluca Cerasa

Condividere, creare, gridare. Pittura fresca, panchina in cemento grezzo, è stata progettata proprio per questo:
per lasciarsi scrivere, disegnare, dipingere. Rivolta a tutti, è una risposta al desiderio di comunicare, ridefinire gli spazi, vivere la città e partecipare al suo cambiamento. Forme e materiali ne esaltano lo spirito libero, due fori ai lati e l’immancabile asta ne agevolano
trasporto e spostamenti.

Sharing, creating, shouting. Pittura fresca, a rough concrete bench, was designed for this very purpose: to be written on, drawn on, painted. Aimed at all, it is a response to the wish to communicate, define spaces, experience the city, and take part to its change. Forms and materials enhance its free spirit, two holes on the sides and the ever-present bar make it easy to carry and to move.

Sunlab: # Voila’ design Claudia Ciarpella

Voilà è una panchina composta da sedili singoli ribaltabili. Una caratteristica che si rivela particolarmente utile in caso di pioggia: per sua stessa natura, offre sempre un lato asciutto su cui sedersi. Essendo bidirezionale, assicura a ognuno la propria privacy, anche se ci si siede vicino a degli sconosciuti.

Voilà is a bench made up of individual folding seats. This feature turns out particularly useful in case of rain: by its own nature, it always provides a dry side to sit on. Being two-directional, it ensures individual privacy, even when
sitting near strangers.

Sunlab: # Sponda design Matteo dell’Orto

Una semplice linea tracciata a mano libera che diventa un oggetto scultoreo dalle forme fluide e lisce, interamente realizzato in Solid Surface, che ci permette di ottenere forme continue e minimi spessori dall’elevata resistenza alle pressioni ed agli agenti atmosferici.
La sua funzione è legata al contesto in cui viene collocato. Perfettamente adattabile in uno scenario naturale ed urbano, l’oggetto interagisce con chi ne usufruisce il quale ha lo scopo di trovare un utilizzo consono alla situazione. “Sponda” quindi può assumere svariate valenze: seduta, tavolo, sdraio, appoggio o addirittura rampa da freestyle, etc…

A simple freehand-drawn line that turns to a sculptural object with fluid and smooth shapes, completely made with Solid Surface, which allows us to obtain continuous shapes and minimum thickness with high pressure and weather resistance.
Its function is linked to the context in which it is placed. Perfectly fitting to natural and urban scenery, the object interacts with the user whose aim is to find a suitable use. “Sponda” can take different purposes: chair, table, deckchair, bench or even freestyle ramp, etc…

Sunlab: # Goal design Federico Fazio

Il progetto nasce dall’idea di una città che sia vissuta attivamente e che ritrovi nei concetti di socializzazione,
integrazione e condivisione alcuni dei propri capisaldi. Quali attività potrebbero riuscire in questo? Quali attività,
meglio dello sport, potrebbero fondere svago, socializzazione, incontro, multi etnicità?
Da questi interrogativi nasce Goal, un’originale panchina in legno con tiranti in ferro e cavi elastici. È questo lo scheletro di una panchina dai due volti: la parte anteriore è una seduta, quella posteriore una vera e propria porta da calcio. Con goal ogni momento è buono per
fare due tiri in porta!

The project originates from the idea of actively experiencing the city, which finds some of its mainstays in the concepts of socializing, integrating, and sharing. What activities could take place here? What activities, other than sports, could blend entertainment, socialization, getting together, and multi-ethnicity?
These questions gave life to Goal, an original wooden bench with iron ties and elastic cables. This is the frame of a two-sided bench: the front is a seat, the rear is a true football goal. With Goal, it is always the right time to play!

Sunlab: # Katica design Elena Federico

Tre concetti generatori : Aggregazione di persone, culture, colori, rappresentata da tre tipologie di moduli che prendono la forma pura del triangolo equilatero opportunamente proporzionati secondo le istruzioni lecorbusiane; la capanna come idea prima e autentica di urbanizzazione dell’uomo, di cui uno dei moduli riprende schematicamente le sembianze caratterizzando il progetto e rendendolo riconoscibile dalla distanza; Ecologia con l’adozione di legni di riciclo certificati.

Three generator concepts: Meeting of people, cultures, colors, represented by three different modules which take the shape of equilateral triangles while the dimensions from LeCorbusier’s Modulor. The Hut as first idea of urbanization: one of the module is in fact shaped as a simplified hut. This is the main characterization of the project thatmake it unique and recognizable. Ecology, though the adoption of guaranteed recycle wood.

Sunlab: # Girovagando design Gianbattista Angela, Bonanno Marina, Di Tommaso Vincenzo, Lasaracina Fabio, Nizi Fabrizio, Peritore Giorgia

Girovagando è una trottola/bussola che utilizzata permette di dare una
direzione e una frase evocativa sulla città. Il senso è quello di un invito a “perdersi” in città seguendo la direzione data, “un’antibussola”, e con la frase suscitare un particolare stato d’animo per attraversarerla; uno sguardo nuovo e un nuovo punto di vista, che permetta
magari di apprezzarla in un’ottica nuova. Un invito ad attraversare la città
senza nessuna meta predestinata, e quindi non avere un posto da raggiungere ma una direzione da seguire e un viaggio da compiere. Un pretesto ludico per vivere la città come l’esperienza di un viaggio.

Girovagando is a top / compass that can be used to give a direction and
an evocative phrase of the city.
The sense is that of an invitation to “get lost” in the city following the direction
given, “anti-compass”, and the phrase evoke a particular mood to cross, a
new look and a new point of view, even allowing to appreciate a different
perspective. An invitation to cross the city without any predestined goal, and
therefore do not have a place to be reached but a direction to follow and a
trip to do. A fun excuse to experience the city like the experience of a journey.

Sunlab: # Reconquer Public Space design Gollackner Barbara, Michael Walder

Space is a rare commodity in cities, public squares, public buildings and public traffic infrastructure, they have been increasingly privatised, “No Trespassing”. Public seating or rest areas are only created where consumption is offered. With the „Parasit“ City residents are being given the opportunity to reconquer room for communication and create spots for everyday living with “wear-it-yourself”-furniture. The „Parasit“ is worn directly on the body. You can store it wherever there’s a pole, a door gate or a traffic sign. It offers an uncomplicated and quick opportunity to sit down in the middle of the city.
So get out, wear your furniture and change the world!

Sunlab: # BiBe design Mauro Grillo

“BiBe” (“Bike&Bench”) è un arredo per esterni multifunzionale modulare progettato per allestimenti urbani
temporanei di breve e media durata. È composto da un modulo in plastica riciclata PE stampato in rotazionale, zavorrabile con acqua.
A seconda degli accessori usati, può essere una rastrelliera per biciclette e/o una seduta, ma anche, ad esempio, un totem segnaletico: le applicazioni possibili sono numerose. È impilabile e
quindi agevole da trasportare, allestire e immagazzinare.

“BiBe” (“Bike&Bench”) is a modular multifunctional outdoor forniture, designed to be used mainly for temporary short/mid term urban events and happenings. The main component is a rotomoulded PE recycled plastic module, water fillable. Thanks to
many accessories, it can be a bike rack and/or a bench, but also an info sign panel, for example: many ways of use are possible. The module is superimposable so that it is easy to transport, manage and store.

Sunlab: # Point of View/You design Laguzzi Maria Cristina –
Russo Nicola

È un arredo e un’occasione: quella di non lasciarsi sfuggire le meraviglie artistiche delle nostre città. Una cornice che apre a sempre nuovi scorci. E la consapevolezza dell’osservatore, che, riappropriatosi della propria capacità di guardare, torna a essere protagonista; tra insoliti punti di vista, l’opportunità di evadere dalla solita routine. Con un ulteriore plus: una piacevole sensazione creata da nebulizzatori.

This is a furnishing item and an opportunity to admire the artistic beauty of our cities. A frame that opens up to ever new views. And the consciousness of the observers that, again in control of their ability to look, regain their main role, with the opportunity to escape their customary routine among unusual points of view. With an additional
benefit – the pleasant feeling created by vaporizers.

Sunlab: # Block design Lana Marco – Savettiere Alberto

Block è un sistema di sedute modulari composto da una base in calcestruzzo e due moduli in acciaio corten tagliati a laser. Gli elementi in acciaio possono essere posizionati in vari modi e diventare a seconda dei casi, oriera, tavolino o completare la seduta. Grazie alla sua conformazione Block può creare sedute adatte per favorire l’aggregazione negli spazi pubblici.

Block is a modular seating system made of a concrete base and two laser cut corten steel modules. The steel elements can be positioned in many ways and beccome planter, table or complete the seat. Thanks to its shape Block can create multiple seats to improve the grouping in public spaces.

Sunlab: # Belvedere design Magini Emanuele

La panchina da arredo urbano a strumento di conoscenza.
La seduta Belvedere, implementando la sua funzionalità attraverso l’adozione dello schienale reclinabile, non solo offre maggior confort andando incontro a diverse modalità di utilizzo ( prendere il sole, esercizio fisico, riposo, ecc..), ma diventa uno strumento di conoscenza dell’ambiente circostante, offrendo e suggerendo prospettive insolite e
scorci inattesi.

The bench transformation: from urban furniture to knowledge instrument.
The public bench Belvedere, performs its functionality by adopting a reclining back. Such transformation not only provides a more comfortable product but also increases the possible ways to use the object itself ( sunbathe, exercise, rest, etc. ..), transforming the relation of the user with the surrounding environment by offering unusual perspectives and unexpected views.

Sunlab: # Pinfo design Palumbo Sara, Fam Loewens

Arredo urbano come comunicazione.
Da qui l’idea di comunicare a chi vive la città – come turista o cittadino “curioso” – dove si trova, cosa sta vedendo, come
potersi muovere tramite il format più ecace e immediato: TU SEI QUI. Visitare la città come fosse un gioco. Il totem sarà un strumento informativo di navigazione pedonale. Raggiunto uno dei totem sparsi per la città, l’utente potrà leggere informazioni storiche-culturali e geograche sul luogo in cui si
trova, con la possibilità di seguire un percorso consigliato.

Street furniture such as communication. Hence the idea of communicating to those who lives the city – as a tourist or a “curious” citizen – where he is, what he’s seeing, and how to move through the most eective and immediate format: YOU ARE HERE. Visit the city as a game. The totem will be an informative tool for pedestrian navigation. Reached one of the totems scattered around the city, you can read historicalcultural and geographical information on where you are, with the ability to follow a recommended route.

Sunlab: # Sistemo.semplice per tutti design Pascucci Andrea, Cucciarelli Alessandro, Giacchi Melissa

Un alfabeto semplice alla base di espressioni complesse. È questo lo spirito, il dna, di Sistemo, un sistema componibile di arredo per esterni. Le varie soluzioni caratterizzano lo spazio e lo riorganizzano; le composizioni, ideali per l’aggregazione e il confronto di un pubblico di ogni età, sesso, etnia e abilità, si adattano a qualsiasi luogo e si propongono di rispondere alle esigenze di tutti.

A simple alphabet at the basis of complex expressions. This is the spirit, the DNA, of Sistemo, a modular outdoor
furnishing system. The different solutions characterize and reorganize space; the arrangements, ideal for aggregation and confrontation among people of all ages, genders, origins, and skills, adjust to any place and are
aimed at responding to the needs of all

Sunlab: # Urban design Patrizi Giulio

Urban, l’alternativa al semaforo tradizionale, è pensato per le città attente al risparmio energetico, alla sicurezza e all’eco-mood. Semplice e immediato, è ideale per i bambini: gli attraversamenti pedonali e gli incroci guadagnano in sicurezza. Inoltre Urban, pur essendo progettato per la produzione industriale, grazie alla facile reperibilità dei materiali usati e alla struttura tutt’altro che complessa, può essere anche autoprodotto.

Urban, the alternative to the traditional traffic light, is conceived for cities focused on energy saving, safety, and eco-mood. Simple and straightforward, it is ideal for children, providing safer pedestrian crossings and crossroads. Moreover, while being designed for industrial production, Urban can be self-manufactured because of its easily available materials and for its all but
complicated structure.

Sunlab: # MONSTERS E-co design Pellicano Chiara, Barbiero Daniele, Carriero Renzo, Giammarioli Edoardo, Mistretta Gisone Fabrizio, Romano Stefano

Monsters E-Co, un’invasione di mostri in città. Prodotti in plastica riciclata, questi contenitori per i rifiuti si
caratterizzano per il design, semplice ed essenziale, e per le forme, accattivanti e dal forte impatto visivo.
Somigliano a uno stuolo di mostriciattoli e ambiscono a un compito impegnativo: rilanciare sull’ironia per sensibilizzare al riciclo e all’ecologia.

Monsters E-Co, a monster invasion in town. Manufactured with recycled plastics, these waste containers are characterized by simple and basic design and by attractive high-impact forms. They look like a horde of little monsters and are aimed at a demanding task – focusing on irony to arouse awareness on recycling and ecology.

Sunlab: # PLURI_POT design Perbellini Piter

Una fioriera per il verde pubblico che riprende la linea rassicurante del classico vaso in terracotta e la rielabora: a guadagnarne è il dinamismo, mentre il materiale utilizzato, il cemento, rievoca una sensazione di modernità. Può essere utilizzato sia come elemento dissuasore sia in serie: grazie alla sua linea asimmetrica, Pluripot si presta bene a essere posizionato ripetutamente, così da creare lunghe “fioriere verdi”.

A flower-box for public green reproducing and restyling the reassuring line of classical clay pots: its dynamism is enhanced and the used material – concrete – recalls a modern feel. It can be used both as a barrier and in a series: with its asymmetrical line, Pluripot is well suited for multiple arrangements so as to create long “green flower-boxes”.

Sunlab: # ParkGreen design Petrini Silvia, Feliciani Laura, Le Duc Elise

Frutto forse di una visione utopica e ottimistica, Parkgreen è un’intuizione. Per un futuro con meno automobili, una proposta per convertire i parcheggi in nuovi orizzonti verdi.

Perhaps the result of a utopian and optimistic vision, Parkgreen is an intuition. For a future with fewer cars, a suggestion to turn park areas into new green horizons.

Sunlab: # On Line design Pieratti Lorenzo, Graziano Irene, Orsecci Caterina

Il progetto nasce da una riflessione sull’elemento panchina e sulle funzioni che essa assolve nel contesto urbano attuale. Con la crescente richiesta di mobilità e connettività a caratterizzare le nostre giornate, uno spazio pubblico adeguato ed efficiente risulta fondamentale. Una possibile risposta a questa necessità è On Line: ideale come area di lavoro all’aperto, e con la
possibilità di integrare sia un sistema di illuminazione sia dei posacenere, si candida a essere un elemento importante e caratterizzante di ogni parco.

The project originates from a reflection on the bench and on its functions in the present urban context. With a growing demand for mobility and connectivity characterizing our days, an appropriate and efficient public space is crucial. On Line is a possible response to this need: ideal as an outdoor working station and with the option of integrating both a lighting system and a number of ashtrays, it is eligible to become a significant and peculiar element of each park.

Sunlab: # Hortus design Piviero Lorenzo

Hortus è un modulo in calcestruzzo pensato per la realizzazione di orti verticali, recinzioni verdi e, soprattutto, barriere fonoassorbenti. Concepito per una facile posa a secco mediante sovrapposizione e incastro, il progetto sfrutta a pieno le qualità del terreno
che, diversamente dalle moderne strutture architettoniche, non si limita a riflettere il suono: lo assorbe. I vantaggi sono molteplici: aumenta il verde, diminuiscono fragore urbano e anidride carbonica. La premessa di un’isola felice in città.

Hortus is a concrete module conceived to create vertical vegetable gardens, green fences and, particularly, soundabsorbing barriers. Conceived for easy dry assembly by overlapping and fitting, the project fully exploits the properties of the ground that, unlike modern architectural structures, does not just reflect, but absorbs sound. The project offers multiple benefits: there is more green, urban noise and carbon dioxide are reduced. The assumption for a happy haven in town.

Sunlab: # Pull down design Porfiri Giulia, Berti Martina, Capozzi Arcangela

Pull Down è la risposta al problema dei mozziconi di sigarette per le strade. Si tratta di posacenere (o, meglio
ancora, lanciacenere) interrati e forati, realizzati a partire dallo studio del lancio della sigaretta. L’aspetto è quello di tanti tombini urbani colorati. Con i fori che, sulla superficie, creano piacevoli giochi e figure.

Pull Down is a response to the issue of cigarette butts in the streets. It provides for interred and pierced ashtrays (or, more precisely, ash collectors) obtained through a study of the butt-launching style. They look like many coloured urban man-holes. The holes on the surface create pleasant effects and designs.

Sunlab: # Nido design Zorzetto Alessandro, Modolo Francesca, Aldrighi Luciano, Vivan Luca

Un igloo di terra nel cuore delle città, una cupola d’erba sul tetto di un palazzo, un prato a tre dimensioni. È Nido, un rifugio costruito con ciò che la natura mette a disposizione: fango, legno, erba, juta. Nel ricorso a tecniche antiche, la risposta a un desiderio di armonia, evasione e verde.

An earth igloo at the heart of the cities, a grass dome on the roof of a building, a three-dimensional lawn. This
is Nido, a shelter built with materials provided by nature – mud, wood, grass, jute. Using ancient techniques to address a wish for harmony, escape, and green.

per vedere altre foto dei progetti appena presentati potete andare su flickr

Una risposta a “SUN lab vivere la città

  1. Hi! I could have sworn I’ve been to this site before but after reading through some of the post I realized it’s new to me.

    Anyways, I’m definitely delighted I found it and I’ll
    be bookmarking and checking back frequently!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...