identità vegetale

O MEGLIO, COME AVERE UNA PARETE VERDE SENZA IL POLLICE VERDE.

Una delle varie coriusità con cui sono entrata in contatto a “jardin,jardins” viene dallo studio di design 4uatre che propone un diverso utilizzo delle piante stabilizzate.

La stabilizzazione delle piante è una tecnica che gira già da parecchi anni;
si tratta di un processo unico che consiste nell’arrestare l’invecchiamento delle piante tramite la sostituzione della linfa naturale con un prodotto simile allo zucchero, 100% biodegradabile che si occupa della conservazione delle piante.
Con questo processo le piante non necessiteranno di alcuna manutenzione, irrigazione o esposizione alla luce, e sopratutto non rischieranno visite dai parassiti.
Le piante conserveranno tutta la loro bellezza oltre che la loro texture, il colore e la flessibilità.

I 4uatre che generalmente si occupano di creazione di identità visuali per diverse aziende, hanno deciso di creare un’identità vegetale utilizzando questa tecnologia; hanno così creato una nuova scrittura che re-inventa i codici, re-interpreta lo spazio senza limite di forme, taglie o colori.
Dalla scultura all’oggetto 3D sospeso, passando per un quadro vegetale, dalla semplice tipografia ad una forma identificativa, decorazione, segnaletica o logo; stiamo parlando di creazioni sempre uniche e personali che puntano la loro originalità sulla spontaneità del naturale.
Lo studio ha così trovato un nuovo linguaggio con cui esprimersi e sopratutto ha creato un prodotto che permetta di ravviare degli spazi con il minimo sforzo di mantenimento.

Vegetal Identity dona la possibilità di aver uno spazio verde a tutti quelli che sono troppo occupati per avere il pollice verde, migliora la vita negli spazi che servono per vivere, lavorare, ma anche per distendersi…. tutti quegli spazi già invasi dalla tcnologia, dai telefoni e dai computer, da la possibilità di esprimersi tramite le piante, il metallo, reinventa dei segni, crea delle nuove percezioni e dei nuovi codici grazie a dei materiali ambiziosi quali queste piante.

Essendo dei prodotti artigiani, su richiesta può essere carta ogni tipo di forma dando così vita a delle creazioni originali, paragonabili a dei quadri di grandezza, forma e combinazione vegetale diverse e dalla infinite combinazioni, permettendo così di creare delle identità visuali, di fare della segnaletica o molto più semplicemente di creare delle parole o dei design specifici in coerenza con l’umore del luogo.

insomma qui stiamo parlando di un prodotto

-fabbricato in francia
-biodegradabile al 100%
-utilizzabile  solo per interni
– che non ha bisogno di acqua
– che non ha bisogno di luce
-e che dura tra i 10 e i 15 anni
-che può dare quel tocco di “verdure”  agli spazi di chi non riesce proprio ad avere il pollice verde.

le essenze disponibili sono diverse, ecco le principale: amaranto, ortensia,pulveranta, edera, faggio, sorbo, calla, gardenia, primula, rosa, agave selvatica, felce, pitosforo, licheni, muschi

i prezzi vanno tra i 450 e i 4500 euro a seconda del modello

QUI potete andare direttamente al loro sito

e QUI comunicare direttamente con l’ufficio stampa

ora vi lascio navigare tra qualche loro creazione

Una risposta a “identità vegetale

  1. Pingback: il muschio nel design « theouterthebetter·

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...