I progetti centrali di Jardins, Jardin 2012

Quest’anno jardins, jardin si è presentato alla città di Parigi con il tema dei “microgiardini, nuovi paesaggi” con la richiesta ai vari progettisti di creare dei concept rivolti all’innovazione.

Qui di seguito vi propongo i 9 progetti proposti dai vari studi di design ed esposti nella zona centrale della mostra mercato.

Carré des jardiniers
Il giardino del mastro giardiniere

Per l’allestimento di quest’anno lo studio “carré des jardiniers” ha ricreato diversi universi giocando con colori, sensazioni tattili e odori che hanno trasportato il visitatore nel mondo dei sogni dove il blu-grigio delle pietre sciste, incontra il beige del granito posato in maniera aleatoria, dove l’opera giocherà con l’idea di recupero e dove le piante avranno il compito di condire il tutto. Lo studio ha pensato bene di integrare delle forme rigide e colorate, come delle gabbie di ferro rosa e blu, con dei tocchi più ludici e divertenti  come un piccolo ponte levatoio o un piccolo passavivande in legno.

L’obiettivo dichiarato per questo giardino è quello di valorizzare gli elementi che ci circondano e donare così l’idea di profondità di spazio tramite l’inserimento di volumi a diverse altezze. In altri termini, questo giardino è uno spazio naturale che si combina con un tocco di modernità grazie alla presenza di sculture. L’invito dei progettisti è rivolto a tutti i curiosi, gli appassionati, i novizi o gli esperti, a prendere in prestito le chiavi di questo accordo, sperando che possano diventare dei rivelatori di emozioni.
Concept e realizzazione dello stand: Philippe Poilane
contact@toutsimplementcrea.fr

per contattare Carré des Jardiniers- Paysalia
Camille Allard
49 quasi Rambaud, CS50056
69285 Lyon Cedex 02
T. +33 (0)4 78 176 350
camille.allard@gl-events.com
www.paysalia.com

In collaborazione con :
Kadelis,
Dolmen Men Arvor,
Bois exposition distribution,
Pepinieres di Val d’Erdre,
Aquatical,
UNEP,
Reiv’axe,
galerie Michele Guerin

Truffaut
La provenza si trova nei giardini Tuileries

Aix-en-Provence, Cannes, Toulon, Marsiglia, Avignone, Fréjus e …. Parigi! La lavanda merita un posto nella capitale e nella sua regione: essa è incredibilmente fiorifera, facile e rustica; essa non chiede altro che un po’ d’acqua e in cambio favorisce la biodiversità. Truffaut fa di questa pianta “magica” la sua collezione per l’estate e adattandola al  tema proposto da Jardins Jardin.

L’intento è stato quello di offrire al visitatore la possibilità di, passeggiare, respirare un’aria dai mille souvenirs d’infanzia e di viaggi, allontandolo dalla città per poi permettergli di guardare lontano e intravvedere il mediterraneo.
E se la Provenza con la sua lavanda si autoinvitasse a casa vostra?

Concept: Pascal Laforge
p.laforge@truffaut.com

per mettersi in contatto con truffaut
2 avenue des parcs
91090 Lisses
www.truffaut.com

Exterieurs design
L’essenza dei materiali

In risposta alla tematica 2012 di Jardins jardin, Didier Danet offre un’esperienza sensuale e onirica: una terrazza intesa come polmone vegetale in centro città, dove piante e materiali in contrasto tra loto raccontano una storia dolce e riposante.

Il punto di partenza? un divano moderno (ego Paris) situato sotto un velo d’ombra (firmato Soloven) posto come invito ad accomodarsi per godersi un viaggio “immobile” verso delle contrade immaginarie improntate sulla spiritualità dove dei totem in corten vengono ricoperti dalla vegetazione e dove si può trovare la serenità presso un Cornus Kousa che riflette i suoi rami fioriti dentro l’acqua calma di un bacino a specchio. Lo spirito, placato, potrà allora perdersi nella contemplazione dei più piccoli dettagli del giardino, lasciando che le dita sfiorino le texture contrastanti dei tramezzi in corten traforati (realizzati da Eric Faber), delle docce in lastre di cemento  d’avignone (Xtirio): niente dovrà disturbare questo viaggio dei sensi, sopratutto la struttura. Scende la notte, si accendono le luci disegnate da Jean-philippe Weimer che aiutano  a rafforzare il sentimento di evasione creato dal progetto…

Concept: Didier Danet
310 rue Gabriel Perri
92700 Colombes

Per contattare Exterieurs Design magazine
Digicia Media
14 rue Soleillet BL 53
75020 Paris

in collaborazione con:
Eric ferber,
Ego Paris,
Xtirio,
Soloven,
Jpw

Perceptions
Giardino sotto sopra

Progettato da Thierry Dalcant, paesaggista diplomato alla scuola nazionale superiore dei paesaggi di Versailles, pensato per sconvolgere i nostri punti di riferimento spaziali, creato come una terrazza da percorrere che rivela una multisfaccettatura interessante, il giardino “sottosopra” è organizzato attorno a quattro livelli concepiti come quattro atmosfere per essere il più vicino possibile alle piante ed alla materia.
Lo spazio declina i riferimenti spaziali interni: un boudoir colonizzato dalle piante, un salone ricoperto di legno, una galleria sospesa che offre uno sguardo attraverso diverse cornici, dove il visitatore costeggia una diversità vegetale indigena ed esotica.
Le piante sono onnipresenti e la colonizzazione ci orienta su diverse possibilità per donare più poesia alle nostre terrazze urbane.
Il giardino diventa così esposizione ed evento spettacolare… questo studio realizza spazi originali e poetici con un equipe pensata per la creazione di paesaggi.

Perceptions ha riunito diversi giardinieri, paesaggisti e scenografi attorno a questo progetto di un paesaggio perenne ed allo stesso tempo così effimero, sviluppandolo tra interno ed esterno.
Un progetto realizzato in collaborazione con Leslie Garcias, scenografo del paesaggio.

Concept: Thierry Dalcant

Per contattare Perceptions
1625 rue de la boissiere 78370 Plaisir
leslie.garcias@percpetions-paysages.com
www.perceptions-paysages.com

in collaborazione con
avvenir environnement,
charles costa,
so’ natural la ferme tropicale.

Vertdeco
Rimedi in erba

Un’idea per un giardino benessere.
Vertdeco presenta un nuovo concept di giardino medicinale, dove le virtù terapeutiche non provengono solo delle piante che lo compongono, ma dall’impatto  positivo sulla salute ed il benessere che procura il giardino in sé… Questa è l’occasione di riscoprire tutto il fascino di un giardino semplice dove piante medicinali, verdure ed erbe culinarie formano un insieme armonioso, colorato contrastato e distensivo. Uno spazio per decomprimersi, rilassarsi, distendersi e prendersi cura di se e degli altri….  un risveglio dei sensi che ha bisogno di un piccolo angolo giardino, una terrazza,  o di un piccolo balcone…ma sopratutto è l’occasione di mostrare un’alternativa per gli spazi professionali di domani in modo tale che rispondano  alle strategie delle aziende in favore dello sviluppo continuo.
Per lo sviouppo di una città verde  la presenza di piante vicine a delle aziende permette di ridurre del 23%  i problemi legati allo stress sul lavoro e di aumentare del 12 % la produttività dei dipendenti.
Gli spazi verdi, i giardini, le terrazze s’impongono come elementi di risposta alle attuali esigenze di performance ambientale, sociale ed economica.

Il giardino, per Vertdeco, s’inscrive nella mutazione degli spazi della vita dove convivono efficacia energetica, qualità dell’aria, responsabilità ecologica, benessere, salute…

Concept: Olivier Bedouelle

Per contattare Vertdeco
Chemin rural n 12
78114 Magny-les-hameaux
T +33 (0)1 39 44 99 33
F +33 (0)1 39 44 99 39
www.vertdeco.fr

Contatti stampa: NKL conseil
Nathalie Laurent
cell: +33 (0)6 03 98 19 41
T: +33 (0)1 34 21 06 76
nlaurent@nklconseil.com

Le figaro magazine
Karikomi

Per l’edizione di Jardins jardin del 2012 il paesaggista Christian Fournet rende omaggio alla tradizione giapponese attraverso un giardino “formoso” dato dall’andamento ondulatorio del bosso e della graminacea vaporosa, l’aero nero che si combina con un gioco di contrasti tra trasparenza ed opacità.

Il visitatore si trova così a passeggiare in questi sentieri sinuosi per perdersi poi in un universo di sfere vegetali e minerali.

concept Christian Fournet
30 rue louis Ulbach
92400 Courbevoie
T +33 (0)1 41 88 93 33
info@c-fournet.com
www.c-fournet.com

per entrare in contatto con le figaro magazine
abroux@lefigaro.fr
in collaborazione con Pepinier verte lignee
1 rue férié
95300 Ennery
T +33 (0)1 30 38 25 98
www.verteligne.com

L’ami des jardins et de la maison
I giardini volanti

Una via di mezzo tra la legge della gravità e il sogno di altezza, questi microgiardini assomigliano a delle nuvole verdeggianti e fiorite.
Delle forme aleatorie attaccate a dei palloni gonfiati ad elio, in modo da essere posti all’altezza dello sguardo dei visitatori, in modo da farli entrare in un mondo onirico… Amaury Gallon insieme a “les jardins de Babylone, concepiscono e realizzano  il giardino per  “L’ami des jardins et de la maison” per la seconda volta, proponendo un nuovo orizzonte sulle piante, un punto di vista inedito su come inserire il verde in città.

Questo giardino vuole rappresentare la rivista che offre numerose idee e risorse d’ispirazione. Tutti i mesi “L’ami des jardins et de la maison”  risponde alle domande di giardinieri di tutte le età per aiutali a realizzare i loro desideri, per condividere il loro know-how per prendersi cura di giardini e spazi verdi.

Concept di Amaury Gallon
Jardins de Babylone
6 rue de Jeunerurs
75002 Paris
T +33 (0)1 40 41 90 40

Per entrare in contatto con L’ami des jardins et de la maison
Mondadori magazines france
8 rue François Ory
92543 Montrouge Cedex
T +33 (0)1 46 48 48 48

Capsel
Lo spirito dei giardini

Giardinieri, bisogna imparare ad essere provocatori! Cambiate le vostre abitudini, liberate le forme e riappropriatevi di tutto quello spazio lasciato incolto che si trova ad ogni angolo delle nostre città… Donate nuova vita, speranza, colori e profumi ad un ambiente che ogni giorno diventa sempre più minerale.

Perché finchè ci saranno degli esseri umani che cercheranno di rinnovare il dialogo con la natura e che cercheranno di rinnovare la connessione fondamentale tra uomo e ambiente, allora ci saranno dei giardini.

Concept di Olivier Riols

Per contattare Capsel
20 rue Pierre Bourdan
78160 Mairy-le Roi
T. +33 (0)1 3916 19 93
contact@capsel.com
www.capsel.com

Les jardins de Gally
Dolce divers(città)

La città del domani sarà verde? Essa non si occuperà di giardini e gli spazi non costrutti saranno sempre meno?

Per questa stagione di Jardins, jardin lo studio di les jardins de gally ha immaginato un giardino cittadino. Si tratta di una forma possibile che tende a diversificare gli ambienti, con una tendenza al “microgiardino”….
Innanzitutto una terrazza esterna per ricevere, come se fosse un’estensione dello spazio abitativo; dopodiché questo luogo si trasforma in un giardino: un lenzuolo vegetale, decorato da delle screziature  di arbusti, che apporta un motivo vivace alle fronde dei grandi alberi allineati nel parco delle Tuileries: sfilata simbolica di una città.
Dei nastri di piante profumate, attraversano gli arbusti, creando delle prospettive. e dei sensi di circolazioni all’interno della città. Questi nastri sinuosi salgono fino a creare uno spazio pergolato che induce al rilassamento.
Tutto questo per reinventare la città e i suoi spazi verdi e proporre una diversa prospettiva per la città del futuro.

Concept: Le Bureau d’Etudes de Gally
Ferme de Vauluceau- 788870 Bailly
T. +33 (0)1 39634497
be@gally.com

Realizzazione: Le jardins de Gally Paysage et événements
Ferme de Vauluceau- 788870 Bailly
T. +33 (0)1 39632020
gally@gally.com

in collaborazione con
UPM
Biogranulats
jpw 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...